SOLDATI SOLI

Photo Courtesy: Brant Slomovic

Chi

Ogni anno circa 1.300 soldati emigrati in Israele senza le proprie famiglie portano a termine il servizio militare da volontari, motivati da un profondo sentimento di impegno verso il Paese.

perché

Dopo anni di servizio, questi giovani ebrei  provenienti da tutto il mondo si trovano ad affrontare le sfide della transizione alla vita civile: un posto dove vivere, la scelta di un percorso che li avvii ad una carriera e come sostenersi finanziariamente. Tutto questo è un percorso che i giovani israeliani vivono con l’aiuto delle proprie famiglie. I ragazzi e le ragazze immigrati soli hanno bisogno di noi, la  loro famiglia in Israele.

come

Il Keren Hayesod, attraverso il suo sostegno all’Agenzia Ebraica, offre ai soldati soli diverse forme di aiuto e assistenza tra cui: 

  • Il programma Wings : un seminario pre-congedo di orientamento generale, coaching individuale e consulenza finanziaria

  • Una sovvenzione per aiutare i soldati privi del supporto economico della famiglia, a sostenere le  spese legate alla loro nuova vita da civili

  • Una rete di alumni Wings che offre corsi, workshop, gite ed eventi sociali per promuovere un’integrazione ottimale nella società israeliana

Nel 2021 è stato avviato un progetto di supporto psicologico per i soldati appena congedati per assicurarsi che non si sentano abbandonati.

La transizione alla vita civile può essere difficile ed è per questo che si costruisce una solida rete attorno a loro, affiancati da mentori dedicati.

come aiutare

Una donazione di € 4.000 garantirà ad un soldato immigrato senza famiglia, la partecipazione ad un corso completo di preparazione alla vita civile in Israele, e una  sovvenzione che lo aiuti a vivere durante i primi mesi.

Donazioni di qualsiasi valore sono importanti per supportare il programma.

Questo progetto è in collaborazione con il Ministero della Aliyah e dell’Integrazione.

mersin escort - escort