[separator style=”center” title=”Tziporah Malka (Tzipi) Livni”]

Tziporah Malka (Tzipi) Livni è nata a Tel Aviv il 5 luglio 1958. Suo padre, Eitan Livni, era un ufficiale nell’Irgun per poi diventare un membro del Knesset per il partito Likud. Sua madre, Sara, faceva parte dell’Irgun.

Dopo il servizio militare, durante il quale è arrivata al grado di sergente, è entrata nel Mossad dal 1980 al 1984. Dopo il servizio militare ed il periodo nel Mossad, Tzipi Livni si è laureata in legge alla Bar-Ilan University ed ha poi fatto l’avvocato per dieci anni.

Nel 1999 è stata eletta al Knesset per la prima volta tra le fila del partito Likud. Durante la quindicesima legislatura del Knesset, Livni è stata membro del comitato per la costituzione, la legge e la giustizia ed anche nel comitato per le donne.

Nel 2001 Ariel Sharon formò un governo di unità nazionale nel quale Tzipi Livni era Ministro per la cooperazione regionale per poi diventare Ministro dell’Agricoltura nel 2002.

Dopo le elezioni nel 2003, diventò Ministro dell’Immigrazione e dell’assimilazione nel governo di Ariel Sharon. Dal 2004 ha anche ricoperto il ruolo di Ministro della Giustizia al posto di Yosef Lapid. Come Ministro della Giustizia, Livni era incaricata di risolvere gli aspetti legali e legislativi per il ritiro da Gaza.

Nel novembre del 2005 si è dimessa dal partito Likud insieme al Primo Ministro Ariel Sharon ed altri membri del Knesset per creare il nuovo partito Kadima. Dopo l’ictus del Primo Ministro Ariel Sharon, Ehud Olmert ha nominato Tzipi Livni Ministro degli Esteri.

Nel seguente governo, eletto nel 2006, Livni è stata confermata Ministro degli Esteri con delega a Primo Ministro per i negoziati con l’Autorità Palestinese. Nel luglio del 2008 il Primo Ministro Olmert si era dovuto dimettere dalla sua carica a causa dei suoi problemi giudiziari. Dopo le dimissioni Livni ha vinto le elezioni per la guida del partito Kadima ed è stata poi incaricata da Shimon Peres, allora Presidente di Israele, di formare il governo. Il suo tentativo fallì ed il Knesset fu sciolto in vista di nuove elezioni.

Il partito Kadima vinse le elezioni del 2009 ma non poté formare una coalizione abbastanza grande, così Netanyahu diventò Primo Ministro mentre Tzipi Livni diventò capo dell’opposizione.

Nel 2012 Livni perse le elezioni per la guida del partito Kadima per poi dimettersi dal Knesset poche settimane dopo formando un nuovo partito, Hatnuah, insieme ad altri sette ex-membri di Kadima.

Il nuovo partito Hatnuah conquistò sei posti nel Knesset ed entrò nella coalizione di governo di Netanyahu che decise di nominarla Ministro della Giustizia e la incaricò di dialogare con l’Autorità Palestinese per riavviare i negoziati, ma questi fallirono ed alla fine del 2014 il Primo Ministro ha deciso di sostituire Tzipi Livni.

Nelle ultime elezioni tenutesi nel 2015, Tzipi Livni e il leader del Partito Laburista hanno formato un’alleanza chiamata Zionist Camp che ha conquistato 24 posti in parlamento ed è attualmente all’opposizione.