[separator headline=”h3″ style=”center” width_style=”short” title=”Net@: una risposta da Israele ai problemi dei nostri tempi”]

La rivoluzione digitale in corso in tutto il mondo ha posto la società di fronte alla necessità di avere personale preparato a gestire una nuova era.
Allo stesso tempo la disoccupazione giovanile affligge gran parte del mondo con conseguenze che tutti vediamo.

La soluzione è mettere in collegamento i due fenomeni.
E Israele ha messo a punto un programma Net@, finanziato dal Keren Hayesod, ormai sperimentato con eccezionale successo da migliaia di giovani. Net@ ha preparato una generazione di addetti al mondo digitale risolvendo innumerevoli problemi sociali delle periferie a rischio. Offrendo loro un futuro e un posto prestigioso nella società.
Oggi Net@ arriva in Italia. Sulla spinta del Keren Hayesod Italia e della Agenzia Ebraica.

Come si sviluppa Net@?
Innanzitutto con l’educazione “peer to peer”, ovvero gli insegnanti sono dei ragazzi diciottenni. In lingua inglese, la lingua del mondo digitale.
Due giovani insegnanti israeliani volontari si sono preparati per il primo corso milanese partito a settembre. Con un programma che parte dalle nozioni base di informatica, dal mettere le mani sui computer allo scopo di ripararli e rigenerarli a beneficio della Comunità in cui i ragazzi vivono.
E proseguirà con la creazione di reti digitali, telecomunicazioni, programmazione anche di alto livello.
Di Net@ fanno anche parte ore dedicate al volontariato sociale legato al digitale. Ad esempio, lezioni ad anziani e bambini.

In Israele le richieste di iscrizione sono in continua crescita. Il programma comporta un impegno di quattro anni per circa quattro ore settimanali.
Al termine dei corsi i ragazzi israeliani trovano le unità dell’esercito più prestigiose per il loro servizio militare. E poi un mondo intero di offerte di lavoro già pronte.

E in Italia quale sarà il passo successivo?
Espandere il programma a tutte le scuole d’Italia, un risultato eccezionale per contribuire a dare a Israele una immagine diversa e positiva.

Come è organizzata Net@ in Italia?
In questa fase iniziale vi sarà un ente sotto la gestione del Keren Hayesod Italia Onlus. Questo ente denominato Net@ Italia erogherà i fondi necessari al funzionamento del programma.
Sarà anche l’ente che raccoglierà i contributi mirati al progetto che saranno, come in Israele, sponsorizzati da aziende e da privati.
Ai donatori che lo desiderano verrà dato massimo risalto in varie sedi.

L’assessore alla trasformazione digitale del Comune di Milano, Roberta Cocco, sta seguendo con favore il progetto.
Siamo in attesa del patrocinio del Comune come primo passo ufficiale in Italia.

Il progetto Net@ Italia è sostenuto dai contributi dell’8 per mille della Unione delle Comunità Ebraiche Italiane

[blockquote]“I like the program and the teachers, both of them. I think that this program is well structured, and it could give you a lot of additional skill and chances for the future.” [br]
“Mi piacciono sia il programma che gli insegnanti. Il programma di studio è ben strutturato e offre molte competenze che mi daranno più possibilità per il futuro.”[/blockquote][blockquote]“Net@ is a different experience from those we have done over the years. we can learn how a computer is formed and how to fix it, which we will need for the future. We learn more English during the course and we spend more time with our friends.”[br]
“Net@ è un’esperienza diversa dalle altre che ho avuto negli anni. Qui impariamo come si costruisce un computer e come si ripara, cosa che ci servirà molto in futuro. Impariamo più inglese durante il corso e passiamo più tempo con gli amici.”[/blockquote][blockquote]“I’m very excited to learn new things because I really like IT and Net@ is teaching me a whole new world which I didn’t know the existence of.”[br]
“Sono entusiasta perchè imparo tante cose nuove perché mi è sempre piaciuta l’informatica e Net@ mi sta facendo vedere un mondo nuovo di cui non conoscevo l’esistenza.”[/blockquote][blockquote]“I think that Net@ is a beautiful project and it is very involving and the teacher are very good”[br]
“Penso che Net@ sia un progetto bellissimo, è molto coinvolgente e gli insegnanti sono molto bravi.”[/blockquote][blockquote]“I learned various parts of a computer, internal parts, different types of chips and various models for different computers I loved the idea of learning various things about computers and also the idea of being able to learn many things about how it works and how to repair them.”[br]
“Ho imparato molto sui computer: i componenti interni, vari tipi di processori e i vari modelli di computer. Mi è molto piaciuta l’idea di imparare vari aspetti di un computer, come funzionano e come ripararli.”[/blockquote][blockquote]“What I liked I enjoyed the lessons where to learn we played a little, the explanations well done and also well organised and especially that most of what we study in the course there is in the digital book that is well organised and full of information”[br]
“Mi hanno divertito le lezioni dove abbiamo imparato anche giocando un po’. Le cose vengono spiegate bene ed il corso è ben organizzato, e in particolare  la maggioranza delle cose che studiamo nel corso si trovano nel libro digitale che è ben organizzato e pieno di informazioni utili.”[/blockquote][blockquote]“I think that Net@ is a really cool opportunity, and I feel very lucky to be a part of its first pilot project outside of Israel. The only negative thing I can think of about the program is the amount of time that we need to invest in it, especially after school, but it’s worth it.”[br]
“Penso che Net@ sia un’opportunità fantastica e mi sento molto fortunato a far parte di questo progetto pilota, il primo fuori da Israele. L’unica cosa negativa che riesco a pensare del programma è che richiede molto tempo, specialmente dopo scuola, ma ne vale la pena.”[/blockquote][blockquote]“I’m really enjoying this project because I can learn many interesting things about computers. The lessons always alternate with fun methods to learn and games!”[br]
“Il corso fin ora è stato molto divertente perché sto imparando molte cose su i computer. Le lezioni sono un alternarsi di divertimento, metodi di apprendimento e giochi!”[/blockquote][blockquote]“Net@ is a great project. We can learn about all the technological aspects of our world, and this is really useful. I’m really excited especially about the Fixit LAB that we’re going to open in few weeks; it’s kind of challenge for us and a way to apply all the other things that we have learned in these months.”[br]
“Net@ è un gran progetto. Stiamo imparando dei vari aspetti tecnologici del mondo di oggi ed è molto utile. Sono molto entusiasta del Fixit LAB che apriremo tra qualche settimana, è una sfida importante per noi ed un modo per applicare quello che abbiamo imparato negli ultimi mesi.”[/blockquote][blockquote]“In Net@ we learned a lot of things about the computers, how does they work, how to improve their work how to protect them and now we are going to learn how to build one.”[br]
“Nel programma Net@ abbiamo imparato molte cose su i computer, come funzionano, come migliorarli e come proteggerli. Adesso stiamo per imparare a costruirne uno.”[/blockquote][blockquote]“Sometimes during the lessons I am tired, because of the time but the course is very interesting, I like the lessons and the teachers are good to teach and they interesting you to the lesson.”[br]
“A volte durante le lezioni mi sento stanco, ma il corso è molto interessante. Mi piacciono le lezioni ed i maestri che insegnano bene e rendono interessanti le lezioni.”[/blockquote][blockquote]“One of the most beautiful experiences was when we started doing all the work together and we really enjoyed ourselves.”[br]
“Una delle esperienze più belle è stato quando abbiamo iniziato a lavorare insieme. Ci siamo molto divertiti.”[/blockquote][blockquote]“The Net@ program is very nice and also useful as a course, because it teaches us so many things about computers, and it is very useful for our future.”[br]
“Il programma Net@ è molto carino e molto utile perché impariamo molto su i computer ed è molto utile per il nostro futuro.”[/blockquote][blockquote]“For these months of Net@ I felt very well I liked so many things. It was very interesting to see how a computer is built.”[br]
“In questi mesi mi sono sentito a mio agio frequentando il programma Net@ ed ho imparato tante cose. È stato molto interessante capire come si costruisce un computer.”[/blockquote]

Hai bisogno di assistenza con il tuo computer? Apre Fixit Lab a Milano, parte del programma Net@