Assistenza ai nuovi immigrati durante la pandemia da coronavirus

La pandemia sta colpendo tutte le nazioni del mondo incluso Israele. I nuovi immigrati (Olim) sono particolarmente a rischio. Negli ultimi due mesi ne sono arrivati 880 da tutte le parti del mondo.

In questo momento una delle priorità del Keren Hayesod e della Agenzia Ebraica è di proteggere i 5.700 Olim che vivono nei 177 centri di assorbimento dislocati in tutto Israele e ogni sforzo viene fatto per assicurare la loro sicurezza ed anche quella dei nostri attivisti e collaboratori.

Come in Italia, anche in Israele ci sono regole ferree di quarantena per cercare di limitare il più possibile il diffondersi del virus, inclusa la chiusura delle scuole. Al momento ci sono un migliaio di bambini tra i 3 ed i 18 anni nei centri di assorbimento che hanno bisogno di seguire dei corsi predisposti dal Ministero dell'Educazione; la maggior parte delle loro famiglie non ha computer o tablet per seguire le lezioni.

La tua generosa offerta verrà usata per:

- Acquistare 100 tablet, al costo di €250 l'uno, per permettere ai bambini di partecipare alle lezioni a distanza.

- Installare la connessione internet nei loro appartamenti per i 3 mesi necessari a completare il corso di lingua ebraica per integrarsi nella società israeliana.

APPREZIAMO MOLTO TUTTO QUELLO CHE FATE PER AIUTARE GLI OLIM SPECIALMENTE IN QUESTO DIFFICILE PERIODO.