Net@: un'altra risposta da Israele ai problemi del nostro tempo

I ragazzi di Milano in visita al centro Net@ di Ramle

La rivoluzione digitale avvenuta in tutto il mondo ha posto la società di fronte alla necessità di avere personale preparato a gestire una nuova era.

Allo stesso tempo la disoccupazione giovanile affligge gran parte del mondo con conseguenze che tutti vediamo.
La soluzione è mettere in collegamento i due fenomeni.
E Israele ha messo a punto un programma Net@, finanziato dal Keren Hayesod, ormai sperimentato con eccezionale successo da migliaia di giovani. Net@ ha preparato una generazione di addetti al mondo digitale risolvendo innumerevoli problemi sociali delle periferie a rischio. Offrendo loro un futuro e un posto prestigioso nella società.
Oggi Net@ arriva in Italia. Sulla spinta del Keren Hayesod Italia e della Agenzia Ebraica.
Partendo con un progetto pilota dalla Scuola della Comunità Ebraica di Milano e coinvolgendo i ragazzi del liceo su base volontaria.

Net@ arriva a Milano e tu puoi aiutare. Ti basta partecipare al concerto del 29 settembre e fare una donazione a partire da 20 euro a persona.

Clicca qui per scaricare la brochure di Net@ Italia

Come si sviluppa Net@?
Innanzitutto con l’educazione “peer to peer”, ovvero gli insegnanti sono dei ragazzi diciottenni. In lingua inglese, la lingua del mondo digitale.
Due giovani insegnanti israeliani volontari si stanno preparando per il primo corso milanese che partirà a settembre. Con un programma che parte dalle nozioni base di informatica, dal mettere le mani sui computer allo scopo di ripararli e rigenerarli a beneficio della Comunità in cui i ragazzi vivono.
E proseguirà con la creazioni di reti digitali, telecomunicazioni, programmazione anche di alto livello.
Di Net@ fanno anche parte ore dedicate al volontariato sociale legato al digitale. Ad esempio lezioni a vecchi e bambini.
In Israele le richieste di iscrizione sono in crescita continua.

Il programma comporta un impegno di quattro anni per circa quattro ore settimanali.
Al termine dei corsi i ragazzi israeliani trovano le unità dell’esercito più prestigiose per il loro servizio militare. E poi un mondo intero di offerte di lavoro già pronte.

Clicca qui per scaricare la brochure di Net@ Italia

E in Italia quale sarà il passo successivo?

Espandere il programma a tutte le scuole d’Italia, un risultato eccezionale per contribuire a dare a Israele una immagine diversa e positiva.

Come è organizzata Net@ in Italia?
In questa fase iniziale vi sarà un ente sotto la gestione del Keren Hayesod Italia Onlus. Questo ente denominato Net@ Italia erogherà i fondi necessari al funzionamento del programma.
Sarà anche l’ente che raccoglierà i contributi mirati al progetto che saranno, come in Israele, di fonte sponsor aziendali e privati.
Ai donatori che lo desiderano verrà dato massimo risalto in varie sedi.

L’assessore alla trasformazione digitale del Comune di Milano, Roberta Cocco, sta seguendo con favore il progetto.
Siamo in attesa del patrocinio del Comune come primo passo ufficiale in Italia.

Clicca qui per scaricare la brochure di Net@ Italia