Keren Hayesod a sostegno del Negev

Già negli anni 50 David Ben Gurion, il padre fondatore dello Stato Ebraico, aveva profetizzato che è solo popolando il deserto del Negev, e rendendolo sicuro, che si può aspirare a quel progresso sociale e tecnologico che oggi si sta veri cando a Beer Sheva. L’attuale popolazione del Negev è composta da 690.000 persone (solo l’8% dell’intera popolazione di Israele) sparsa su una super ce che copre il 65% dell’intero territorio israeliano.

Il Keren Hayesod si pre gge come obbiettivo primario dei prossimi anni quello di popolare il deserto del Negev. Attirare i giovani, che formeranno lì le loro famiglie, e costruire nuovi posti di lavoro, portando sviluppo economico e tecnologico, saranno le priorità da perseguire nel prossimo futuro.

Beer Sheva oggi rappresenta una solida realtà, centro di ricerca e capitale mondiale della Cyber Security, ore all’occhiello di tutto il Medio Oriente. Beer Sheva non deve però rappresentare un punto d’arrivo bensì di partenza per tutta l’area del Negev dove dovranno sorgere le nuove Comunità e svilupparsi i vari progetti del Keren Hayesod.

L’obbiettivo del Keren Hayesod é popolare il Negev con 1.200.000 persone nei prossimi 10 anni. Entro il 2028 altre 500.000 persone rispetto agli attuali 700.000.

I PROGETTI DEL KEREN HAYESOD NEL NEGEV

- Ayalim: I nuovi giovani pionieri che si stabiliscono nelle aree degradate del deserto, costruendovi nuovi villaggi, portando nuova linfa e aiutando
la comunità locale
- Palazzi per giovani coppie: il Keren Hayesod mette a disposizione delle giovani famiglie con gli piccoli nuove abitazioni a prezzi “convenzionati” per attirare lì una nuova fascia di popolazione
- Net@: Progetto che aiuta a recuperare i giovani a rischio delle periferie disagiate e, grazie a corsi avanzati di informatica, crea i giovani leader della futura società israeliana
- Ricerca per migliorare l’agricoltura nel deserto: A Sde Boker sorge un nuovo grande Centro di Ricerca che graziea nuovi esperimenti tecnologici porta
a delle migliorie all’intero sistema agrario del deserto e alla miglior gestione
delle energie rinnovabili
- Youth future: Sostegno psicologico e scolastico ai giovani, e alle loro famiglie disagiate, che vivono nelle aree degradate
- Centri culturali: Grazie a questo progetto si creano nuovi centri di assembramento e di sviluppo culturale per la popolazione del Negev: sale per concerti, cinema, biblioteche ecc
- Corsi musicali per bambini e ragazzi: Seguendo l’esempio di Sullamot si creano corsi avanzati di musica per bambini e ragazzi talentuosi provenienti dalle aree disagiate
- Villaggi per giovani: Ospitano i ragazzi provenienti da famiglie disagiate o
che hanno fatto l’Aliyah da soli senza le loro famiglie. Oltre a fornire loro vitto e alloggio qui si fanno studi speci ci sul deserto
- Fondo per sostenere piccole iniziative: Consiste nei prestiti concessi alle piccole imprese nella fase iniziale del lavoro
- Infrastrutture: Fondi concessi per la costruzione di tutte le strutture necessarie al benessere della popolazione quali ospedali, strade, scuole, asili nidi ecc.

Scegli tra questi il progetto che vuoi sostenere e potrai seguirlo negli anni a venire

Clicca qui per scaricare l'opuscolo informativo in pdf

Fai una donazione online cliccando qui e scrivi "Progetto Negev" nel campo "Scrivi un messaggio"